top of page

Fototrappole sul confine: azione irriverente di CasaPound



Trieste, 31 marzo - Nella notte tra giovedì e venerdì sono stati affissi in tutta la regione dei manifesti raffiguranti i veri passeur che da anni permettono a migliaia di immigrati irregolari di entrare in Italia.

"Si tratta di un'azione irriverente, goliardica e seria allo stesso tempo. Durante queste campagne elettorali non abbiamo fatto altro che sentir parlare di immigrazione ma nessun provvedimento concreto è mai stato preso. Adesso - precisa CasaPound Italia - quando servono i voti delle persone che continuano a credere alle solite boutade elettorali, si ripropone come soluzione l'installazione di fototrappole lungo il confine che, come spiegato in precedenza, non servono assolutamente a nulla.

Gli unici voti che i signori in foto possono aver raccolto sono quelli di Schiavone e soci che da questa inerzia (o inettitudine) della Regione non fanno altro che trarne lauti profitti annuali. Per questo abbiamo deciso di immortalare con le loro fototrappole i veri responsabili di questa immigrazione incontrollata. Cosa è stato fatto in questi anni? L'unica azione veramente concreta fatta dalla Regione è stata quella di costituirsi parte civile al processo contro i militanti di CasaPound Italia, i soli a denunciare in modo netto l'immigrazione clandestina".

50 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page